to be a mom

Se tua figlia non mangia

novembre 22, 2013

Quando ero incinta di Cece pensavo: “Due figlie su due che non dormono e poppano ogni due ore, anche di notte, non mi possono capitare! Questa qui dormirà, ne sono certa. Mangerà e dormirà, come un angioletto.”
Ed è proprio così, non ti possono capitare due figlie su due che non dormono e poppano ogni due ore, anche di notte: infatti la seconda, oltre a non dormire, non mangia.

[Forse vi ricorderete di quando vi ho raccontato dei problemi che aveva Cecetta nell’addormentarsi, o di quelli di Dodo.
E forse vi ricorderete anche delle lettere che io e Cece ci siamo scambiate in merito ai problemi legati allo svezzamento.]


Non fraintendetemi: la adoro, non cambierei una virgola di quella che è, ma sto sperimentando ansie cui mi ritenevo superiore. Ho scoperto che non è possibile non innervosirsi, non entrare in ansia da bilancia e da centimetro di fronte ad una bimba piccola che non mangia.
Specialmente quando senti e vedi altri bambini intorno a te che crescono come soufflè, e che a 6 mesi hanno già superato la tua che ha quasi un anno.

E’ ridicolo, lo so: in un mondo sovra-alimentato come quello in cui viviamo, una bambina che pesa poco, a fronte del fatto che è comunque sana e reattiva, non dovrebbe costituire un problema.

“I bambini si autoregolano”, l’avete mai sentito dire? Io sì e ci ho sempre creduto.

Però quanto la regola di tua figlia è “dopo due cucchiai ho tappato il buco e posso passare a fare altro di più interessante”, vi assicuro che anche le convinzioni più salutiste e le diete più equilibrate vanno a farsi benedire e ti scopri capace di indulgere sui biscotti, sullo zucchero e avanti di questo passo fra un mese le metterò in mano una fetta di salame…

Fermatemi.

Rassicuratemi.

Raccontatemi cose tipo: “Mia figlia fino a due anni non ha mangiato altro che latte e banane, ed è cresciuta lo stesso”.

Oppure: “Io da piccola non mangiavo niente e a un anno pesavo 8 kg. Ora sono alta un metro e ottanta e non mi viene mai un’influenza!”.

Ma anche: “Vedrai che quando avrà più denti e riuscirà a masticare bene comincerà a mangiare di più, mio figlio ha fatto così!”.

Deve essere una recidiva del retaggio culturale post-bellico -cui non siamo ancora sufficientemente lontani, evidentemente-, oppure una forma molto precoce di demenza senile accelerata dai cicli ormonali della gravidanza, ma vi assicuro che questa strenua lotta con il cibo mi sta esaurendo.
E’ quasi peggio di quando non dormiva, ma almeno mi dava la soddisfazione di viaggiare orgogliosamente su un 90° percentile di altezza e un dignitoso 50° percentile di peso.

Ho detto quasi, per carità: almeno adesso alle 20:30 la casa è dormiente e io riesco a ricare le batterie.

Però si accettano suggerimenti per non arrivare alla fetta di salame di cui sopra: ricette, tecniche di ricatto, o di training autogeno per la sottoscritta…

Fatevi avanti!

You Might Also Like

  • Cherry tree novembre 22, 2013 at 5:11 pm

    Mia cugina pare sia andata avanti a latte fino ai 2 anni e mezzo :s tempo che la sorellina ha iniziato le pappe e allora ha voluto provarle anche lei… L’hanno scorso ha dovuto fare la dieta.
    Ora è una bellissima ragazza capellona e un po’ insicura sul suo aspetto (forse si vede ancora grassa..anche se ormai è più magra di me).
    Rassicurata un po’?

    • Silvia A. novembre 22, 2013 at 11:37 pm

      Si grazie, mi sento già meglio…
      <3

  • squa novembre 23, 2013 at 3:22 pm

    L’unica cosa che mi viene da dirti è che vale la pena che tu ci provi davvero a “lasciare correre”… sarà banale finché vuoi ma che lei ti senta tesa sul tema non può che peggiorare le cose
    Di provare a creare cibi allegri e simpatici, forme e colori, te l’avran già detto?
    Che commento inutile, mi spiace….

    • Silvia A. novembre 24, 2013 at 10:27 pm

      Sai cosa funziona?
      IL SAPORE
      Certo, resta una che non va troppo dietro al cibo, ma se le do le cose nostre, quelle gustose tipo risotti, carni arrosto etc, allora mostra più pazienza e qualcosa manda giù. Ora per esempio si sta sfondando di latte, oltre a mangiare a tavola: evidentemente deve recuperare dalle 2 settimane di quasi digiuno (in cui è calata di peso per tornare a quello del mese precedente).
      Insomma, si regola lei. E’ evidente, oltre che essere cosa arcinota.
      Però che ansia quando quei piatti li devi buttare via pieni….
      🙁

  • acciaio73 novembre 24, 2013 at 7:57 pm

    Tu ed io…faremmo luuuunghe telefonate.
    da record.
    sarò breve.
    la grande, nata 2.4kg ore è PURTROPPO sovrappeso. Sai cosa vuol dire essere grasse oggi? Lei mangerebbe pure il tavolo. Basterebbe spalmarci la maionese. E dire che nei percentili era molto sotto. Una nana microscopica e denutrita.
    11 anni e pesa piu di me.
    incinta del 2 pregavo che dormisse e non mangiasse. Sul dormire mi accontento. Sul mangiare (aria e niente se non ovetto kinder e se gli gira 4 spaghetti)me ne frego totalmente.
    i miei nipoti inappetenti oggi a 11 e 8 anni sono sanissimi e belli. Mia figlia che rimpinzavamo come un’anatra la legherei su un tapis.
    Ti prego.
    falla fare.
    mangerà.
    Sta bene? Gioca? Corresaltavola? Allora è sazia di vita.

    • Silvia A. novembre 24, 2013 at 10:30 pm

      Sta bene, gioca, corresaltavola.

      Hai ragione tu. Lo so, meglio così piuttosto che doverle togliere il piatto da sotto perchè esagera nell’altro senso, che quello sì deve essere faticoso e frustrante.
      Poi in effetti lei si regola: ora sta recuperando le due settimane di digiuno appena trascorse e mangia di più (oltre a chiedere 3 volte il latte di notte).
      Chissà come sarà il terzo, se mai lo farò…
      Probabilmente dormirà 8 ore filate sin dalla prima settimana, mangerà il giusto, e non farà mai un capriccio, vero?
      😉

      Un abbraccio a tutta la tribù!
      <3

  • Blog Story: da mamma a mamma | meduepuntozero luglio 24, 2014 at 9:30 pm

    […] Un’altra questione che per molti genitori rappresenta un autentico cruccio è la pappa. Per noi non è mai stata un problema con la Dodo, invece le cose con Cecetta non sono iniziate nel migliore dei modi. […]

  • Gaia gennaio 13, 2015 at 2:38 pm

    Silvia, ho lo stesso tuo problema.

    Federico, 15 mesi, proprio non ne vuole sapere. La settimana scorsa ha pure avuto febbre e vomito: tutti i sacrifici per farlo mangiare in questi mesi sono evaporati come neve al sole. Adesso ha pure il TERRORE del cucchiaino e mi evita come la peste quando mi vede con un piattino in mano, sicuramente perché spesso lo sto forzando ad ingurgitare qualcosa.

    Le nonne fanno pressione: “sarà malato”, “la pediatra è un’incompetente”, “ci sarà qualche rimedio”, “prova a farti dare un farmaco”. E tutto ciò aggrava il mio stato di salute psichica!

    Io, di contro, mi rifiuto. Buttare via piatti pieni è un monumento allo spreco, ma, da mamma, so che mio figlio non va forzato, che i figli non hanno il telecomando, che se non dorme e non mangia è perché è semplicemente il suo carattere, il suo mood del momento, anche un capriccio, se vogliamo.

    Ha ancora 8 dentini, niente molari: fargli masticare la pasta più grande è un attentato alle sue gengive. Mi dico: passerà, arriverà un momento in cui dovrò fargli fare la dieta. Vedo mamme che sprizzano gioia e serenità nel preparare piattoni di pastina e omogeneizzati. Federico non ne ha mai mangiato uno, a mala pena ha mostrato gradire un formaggino, nei tempi d’oro.

    Brodini, petti di pollo, filetti di platessa cucinati quotidianamente e buttati nel cestino. Tutto ciò che resta di milioni di tentativi andati a vuoto.

    Spero di averti consolata almeno un po’.
    Io il prossimo, se lo farò mai, lo farò crescere allo stato brado!

    • Silvia A. gennaio 13, 2015 at 8:43 pm

      Cara Gaia, questo post è di circa un anno fa e quindi sono io che posso consolare te! Sai come è andata a finire? A un certo punto ha iniziato a saper masticare e ha iniziato a mangiare le nostre cose. Piano piano…un quarto di piatto, mezzo piatto, un piatto intero…due piatti…TRE PIATTI…e ora sono io che devo fermare lei!

      Quindi ecco il mio consiglio, da una che ci è passata: tappati le orecchie e non dar retta alle nonne, alle zie e alle altre mamme entusiaste. Tutti mangiano, prima o poi. Non forzarlo, non stressarti e per non buttare via piatti pieni, fai mini porzioni. Io a un certo punto ho smesso di cucinare le pappe che buttavo via. Dimenticatene e dagli il latte come integrazione, se non mangia abbastanza solidi: sopravviverà benissimo lo stesso e sai una cosa? Non avrà problemi di sovrappeso da adulto!! Lo sapevi che la nostra ciccia ha una “memooria”? Quella che abbiamo da bambini è quella che ci verrà a ribussare alla porta da adulti!

      Ti capisco moltissimo. Conosco la frustrazione ma non lasciare che ti travolga!!

      Come dici tu: lascialo allo stato brado. Proponigli i pasti e niente scorciatoie (a parte il latte). Vedrai che crescerà benissimo!

      Un bacio grandissimo!!

  • Maria Cristina aprile 5, 2016 at 2:12 pm

    Ciao, il caso?? ieri dalla pediatra peso mio figlio, che a gennaio pesava quasi nove kg, ora ne pesa 8 circa (ha 13 mesi). Io naturalmente nel panico da ieri, la pediatra mi ha detto che può succedere, si è fatto la varicella e mille mila bronchiti, poverino è provato. Comunque non è un mangione, e questo è un dato ed è anche molto difficile nei gusti (sua sorella è magra anche lei, ma mangia tutto), lui mangia 3 cose e il giorno dopo magari non gli paicciono più, comincia tutti i pasti con la bocca serrata, poi quando riesco a infilargli il cucchiaino apprezza e mangia un pò! Mi viene l’ansia a pensare a stasera…cmq ho letto che la situazione può migliorare…sperem!
    ciaoooo
    Maria Cristina

    • Silvia A. aprile 11, 2016 at 8:40 pm

      Sai che te lo posso confermare persino io che c’è speranza? la mia Cecetta ora ha 3 anni e mangia tanto. Certo, ha le sue fisse, ma certo non mi preoccupa che possa morire di fame!
      Coraggio, poi passa…
      Un bacio!
      Silvia