to be me

Amiche

marzo 18, 2015

Ci sono le amiche che quando si fidanzano non ti cercano più.
Ci sono le amiche che quando hanno un figlio spariscono dall’orizzonte.
Ci sono le amiche che quando hai un figlio spariscono dall’orizzonte.
Ci sono le amiche che quando hai successo si sentono tradite, neanche l’avessi fatto per far dispetto a loro.
Ci sono le amiche che quando sei depressa spariscono, neanche la depressione fosse una malattia contagiosa.
Ci sono le amiche che “Uffa però, non ci riusciamo a beccare mai” e sembrano ignorare l’esistenza dei social network.
Ci sono amiche con cui parli tutti i giorni sui social network e non le hai mai viste in faccia.
Ci sono le amiche che ti riempiono di complimenti come se questi da soli bastassero a tenere in piedi tutta l’architettura di una relazione.
Ci sono le amiche che sanno dirti che hai il prezzemolo tra i denti, o un paio di pantaloni orribili senza troppi giri di parole.
Ci sono le amiche che non ti aspetti.
Ci sono le amiche che le aspetti, le aspetti ma non arrivano mai.
Ci sono le amiche che spariscono nel nulla ma poi sanno come farsi perdonare.
Ci sono le amiche che spariscono nel nulla e tu tiri un sospiro di sollievo e il sipario sulla scena.

amicizia_2

Mi domando: perchè sappiamo essere così esigenti con le relazioni amorose e non abbiamo il coraggio di esserlo con le amicizie?
Perchè esiste un’intera letteratura su come far funzionare una relazione e poi esiste l’equivoco secondo il quale il privilegio della relazione di amicizia sia quello di essere libera da obblighi morali e materiali?

Personalmente sono vissuta nel mito dell’amicizia, mutuato più dai telefilm tipo Beverly Hills 90210 che dalla realtà e nonostante mia madre mi assicurasse che “le amicizie vanno e vengono“, mi sono sempre ostinata a credere che potessero avere persino una valenza “famigliare”.

Ora che una famiglia ce l’ho, so che ci vuole tanto lavoro per farla funzionare e che l’amore da solo non basta. Ci vuole impegno, sacrificio e comprensione. Ci vuole di mettere da parte se stessi molto spesso: perchè dunque l’amicizia dovrebbe essere libera da vincoli analoghi?

L’amicizia non si può trattare come un’amante disponibile e poco pretenziosa, una che sta lì parcheggiata in attesa dei tuoi guizzi o dei tuoi ritagli di tempo. Le relazioni con le amanti non funzionano e, a ben guardare, persino Kelly e Brenda avevano finito per litigare e stabilirsi ai capi estremi dell’emisfero: perchè mai dovrebbe durare un’amicizia se non l’annaffi regolarmente e non ti ci dedichi, a maggior ragione nella vita reale?

Sì, lo so che Kelly e Brenda avevano litigato per Dylan e anche questo è uno stereotipo odioso: non può essere che sei mia amica e poi ti fai il mio ragazzo, la cosa viola necessariamente qualche regola aurea dell’amicizia, riconosciuta da qualche organo internazionale.

Come dite? Non esiste un codice di norme che regoli la stipula di un “contratto” di amicizia?

Ecco, forse il problema è proprio questo: dovrebbe.

(E comunque no mamma, non mi sono ancora convinta tu avessi ragione. Probabilmente ho sbagliato qualcosa io)

amicizia_1

You Might Also Like